Colli Pesaresi

Vota questo articolo
(0 Voti)

I centri di produzione sono di particolare interesse sotto il profilo paesaggistico e agronomico e altresì ricchi di richiami artistici e storici. Ai confini tra la Romagna e le Marche c'è Gradara col suo castello, meta ambita di molti turisti che si recano a visitare le stanze ove sbocciò, secondo la leggenda, la tragica passione tra Francesca da Rimini e Paolo Malatesta cantata da Dante in uno dei più famosi episodi dell'Inferno.
Sotto la denominazione Colli Pesaresi si producono cinque vini: il tipo rosso, di colore rosso granato non troppo carico con lievi riflessi tendenti al violaceo, di odore caratteristico e delicato, cui si accompagna un sapore asciutto, armonico, con fondo leggermente amarognolo e 11,5 di grado minimo; il novello, dello stesso grado, che ha colore rosso rubino, odore intenso, fruttato, sapore asciutto, armonico, equilibrato, rotondo ma vivace. È opportuno consumarlo entro l'anno. Il Focara rosso presenta colore rosso granato non troppo carico, con lievi riflessi tendenti al violaceo; l'odore è caratteristico e delicato, accompagnato da sapore asciutto, armonico, con fondo leggermente amarognolo; 12 è il suo grado minimo. Il tipo bianco è giallo paglierino nel colore, di odore gradevole delicatamente profumato, accompagnato da sapore asciutto, sapido, armonico e di 11,5 di grado minimo. Dalle analoghe caratteristiche organolettiche, ma con grado leggermente superiore è il Roncaglia bianco.

Altro in questa categoria: « Monte Carpegna.
Devi effettuare il login per inviare commenti